fbpx
Alessio: +39 348 9211772 • Antongiulio: +39 338 4440649 info@accountmanaging.it

Dopo aver chiarito cos’è un marketplace e cos’è il posizionamento sui marketplace, affrontiamo un tema un po’ più tecnico e pratico. Ovvero, come posizionarsi su Amazon in maniera organica. Tranquillo: sarà nostra premura rendertelo comprensibile, specialmente se hai poca dimestichezza con lo strumento. In fondo sei qui per imparare, no? E allora bando alla ciance ed entriamo subito nel vivo!

Come fare SEO sugli annunci di Amazon

Occhio al titolo

Per superare la concorrenza, scrivi il titolo usando frasi di senso compiuto e prive di refusi. Insomma, attieniti alle regole della lingua italiana (o di qualsiasi altra. Dipende dalla nazionalità di Amazon su cui vendi). Sembra banale, eppure non lo è.

Ulteriore consiglio per la creazione di un titolo efficace è chiederti: “Cosa sto proponendo ai miei clienti?”. Poi, pensa ai termini che descrivono il tuo prodotto e fai una selezione. È così che otterrai le giuste parole chiave (keywords) di cui abbiamo parlato nell’articolo precedente. Ricordi?

Mi raccomando: no, no e ancora no al keyword stuffing, ossia la ripetizione esagerata delle parole chiave per cui vuoi essere trovato. Tale strategia è inutile, dannosa e poco apprezzata dai marketplace. Per approfondire l’argomento, visita la pagina del keyword stuffing su Wikipedia.

Inserzioni di qualità

Ogni annuncio che si rispetti deve essere completo: descrizione, informazioni, tag e tutti gli altri campi vanno compilati. Come? Semplicemente adottando le indicazioni date poco fa. Ripetiamole insieme: scrivere il testo in modo corretto, utilizzare le migliori parole chiave ed evitare il keyword stuffing.

Siccome non ci piace lasciare nulla al caso, ti spieghiamo anche il perché: l’algoritmo di Amazon è cambiato. Difatti, oggi considera fondamentale il contenuto (i motori di ricerca lo fanno da tempo). Ma in passato era diverso: bastava imbottire l’inserzione di parole chiave ed ecco che le prime posizioni erano garantite.

Niente problematiche

Amazon ha delle linee guida che devi seguire, altrimenti l’annuncio non verrà pubblicato. Un esempio è caricare le immagini delle dimensioni esatte, oltre che in alta definizione (quest’ultimo, in realtà, è un nostro suggerimento ai fini della SEO).

Inoltre, mettiti nei panni del potenziale acquirente rispondendo in anticipo alle sue possibili domande. In che senso? Nel senso che la tabella delle caratteristiche, quali modello, anno di uscita, peso, colore, materiale, ecc…, deve essere riempita sempre. E tutta.

Venditore top

La qualità dell’account è importante: feedback positivi, anzianità, aumento delle vendite e ottima gestione sono i fattori che permettono di spiccare su Amazon. Dunque, fare SEO sulle inserzioni non è sufficiente. Il lavoro a monte conta, però anche ciò che viene dopo.

Una doppia soluzione per far crescere il tuo valore di venditore è scegliere l’account di tipo Pro (scopri le differenze tra Account Base e Account Pro sul sito di Amazon) e aderire al programma Prime. Spenderai qualche soldo in più e sarai maggiormente vincolato alle “leggi” del marketplace, ma ne varrà la pena.

Prodotto… comune

Sì, hai letto bene. E no, non stiamo delirando. Se i tuoi prodotti sono offerti pure da altri commercianti, Amazon li ritiene degni di attenzione e li fa schizzare in cima ai risultati di ricerca. Questo perché su di essi c’è mercato, cioè interesse da parte degli utenti.

Le recensioni pesano

Su Amazon (e nella vita reale) le opinioni dei consumatori hanno una certa rilevanza. Infatti, le recensioni influenzano il posizionamento. Secondo quale criterio? Ovviamente in base alla media dei voti, alla quantità, alla presenza di foto e parole chiave, alla lunghezza e al fatto che ci siano domande con relative risposte.

Quindi, assicurati di soddisfare le aspettative dei tuoi clienti e, soprattutto, sii coerente: quello che mostri sul marketplace deve rispecchiare ciò che effettivamente è e consegni loro. Sennò arriverà una pioggia di feedback negativi. Fidati. 

Sconticino?

Quanto è fastidioso quando qualcuno ti chiede lo sconto? Tantissimo. Eppure, è uno degli elementi preferiti di Amazon per farti vincere la lotta alla conquista del primo posto. Occhio però, trattasi di indicizzazione periodica: le promozioni hanno un tempo limitato, proprio come i saldi nei negozi fisici.

Come posizionarsi su Amazon in 7 mosse

Sintetizziamole in un elenco:

  1. Scrivi correttamente il titolo.
  2. Completa l’annuncio.
  3. Rispetta le linee guida.
  4. Diventa un buon venditore.
  5. Proponi merce richiesta.
  6. Accontenta i tuoi acquirenti.
  7. Accetta col sorriso gli sconti.

Finisce qua l’articolo sul posizionamento su Amazon (che fatica). Nel prossimo, invece, vedremo come posizionarsi su eBay. Naturalmente fatti sentire commentando.